Trekking e MTB d’autunno in Liguria

Liguria

Il Parco Naturale Regionale del Beigua. Il Parco Naturale Regionale del Beigua, istituito nel 1985, è il più esteso della Liguria e si sviluppa intorno al Monte Beigua (1,287 m s.l.m.), un rilievo montuoso che fa parte dell’Appennino ligure e sorge tra i comuni di Varazze e Sassello.
Dalla cima del Beigua, quando le condizioni metereologi che lo permettono, è possibile ammirare le riviere di ponente e levante, l'arco alpino dalle Alpi liguri alle Pennine, la porzione più occidentale della Pianura Padana, le Alpi Apuane e perfino la Corsica.

L’estrema varietà del territorio ligure, che in pochi chilometri concentra mare, montagna, collina e paesaggi disomogenei, è interamente sintetizzata nel Parco del Beigua. Infatti, mentre il versante meridionale si presenta come roccioso e tempestato di guglie, ruscelli, piccoli laghi e gole, le vallate settentrionali sono caratterizzate da boschi e pinete.

Ora che l’autunno dipinge i paesaggi con la sua sorprendente tavolozza di colori e inonda l’aria di odori inconfondibili l’esperienza più rilassante e coinvolgente che si possa sperimentare è una passeggiata attraverso i numerosi sentieri escursionistici che si snodano per circa 500 km attraverso tutto il parco tra bellezze paesaggistiche, storiche e culturali.

L’area denominata Alta Via dei Monti Liguri, ovvero l’asse centrale del parco, è quella che ospita i sentieri più frequentati:

1) Giovo – Prato Rotondo
Un percorso di 3 h e 30 circa che parte da Giovo ed arriva a Prato Rotondo con un dislivello di 800 m.

2) Passo del Faiallo – Passo del Turchino
Due ore e mezza di percorso ed un dislivello di 150 m per il tratto che parte dal Passo del Faiallo ed arriva al Passo del Turchino.

3) Prato Rotondo – Passo del Faiallo
Anch’esso della durata di 2 h e 30 m circa ma con un dislivello di 250 m. Partenza da Prato Rotondo e arrivo al Passo del Faiallo.

Per quanto riguarda, invece, le escursioni in mountain bike, i percorsi più interessanti sono:

1) Anello Alpicella-Santa Giustina
Lungo 32 km circa, con un dislivello di 1000 m e della durata di 4 ore/4 ore e mezza.

2) Anello Alpicella-Monte Beigua
Lungo 30 km circa, con un dislivello di 1,100 m e della durata di 3 ore/3 ore e mezza.

Numerose sono le strutture turistiche, i rifugi, i ripari e le aree verdi presso cui gli escursionisti possono trovare relax e ristoro.
Inoltre, sul punto più alto del Monte Beigua sorge il Santuario Nostra Signora Regina Pacis, una chiesetta della Diocesi di Acqui edificata per commemorare l’escursione che vi terminava ogni anno il 23 luglio. Il santuario fu consacrato il 15 agosto del 1925.

[ Autore: Ilaria Frapiccini ] Pubblicato: 30/10/2013 Letto: 3214 volte