Ponti di primavera in Sicilia

Sicilia

Tanti luoghi da visitare, provincia per provincia. Siamo finalmente entrati nel cuore della primavera e gli attesissimi giorni di festa che caratterizzano questa stagione sono ormai alle porte.
Qualche idea su dove trascorrere la Pasqua, il 25 aprile, il 1 maggio ed il 2 giugno?
La Sicilia mette a vostra disposizione una vastissima gamma di possibilità… dal mare alla montagna, dalle visite culturali allo svago, dalle grandi città ai borghi tipici, il tutto accompagnato da temperature elevate e da una buona quantità di ore di sole.

La provincia di Agrigento si estende dalle lunghe spiagge sabbiose di Licata al borgo rurale di Menfi ed il suo territorio comprende le bellissime rovine della città greca di Selinunte, gli scavi archeologici di Eraclea Minoa, la catena dei Sicani, le Isole Pelagie (Lampedusa, Linosa e Lampione) e Naro con il Castello Chiaramontano ed il Duomo Normanno. Agrigento ospita anche uno dei più importanti sito archeologici d’Italia, ovvero la Valle dei Templi, Patrimonio dell'Umanità UNESCO.

Caltanissetta la cosiddetta “Provincia dei Castelli” ospita numerose fortezze, come il Castello di Pietrarossa, quello di Mussomeli o quello di Falconara. Inoltre sono visibili interessantissime zone archeologiche come quelle di Gela con annesso il Museo Archeologico Regionale; di San Cataldo; di Milena e di Sabucina.
Anche gli amanti della natura potranno soddisfare la loro curiosità grazie a ben sei Riserve Naturali: la Sughereta di Niscemi, la Contrada Scaleri, il Lago Soprano, le Biviere di Gela, il Lago Sfondato ed il Monte Conca, che con i loro boschi, fiumi e vallate permettono di ammirare la rigogliosa natura sicula.

Catania, Acireale, Caltagirone e Militello in Val di Catania rientrano nel Patrimonio dell'Umanità UNESCO come pregevoli esempi di Barocco Siciliano.
Del territorio catanese fanno parte anche: Bronte, celebre per la produzione di pistacchio; il Vulcano Etna ovvero il vulcano attivo più alto dell'Europa con i suoi 3300 m di altitudine e le Isole Ciclopi (Isola Lachea, Faraglione Grande, Faraglione Piccolo e quattro scogli).

Il centro storico di Enna, nell’entroterra siculo, testimonia il ricco passato medievale della città con il Castello di Lombardia, il Duomo e la Torre di Federco II. La provincia ennese ospita anche la barocca Piazza Armerina con il celebre sito archeologico della Villa del Casale; Nicosia con la sua splendida cattedrale e Sperlinga, uno dei Borghi più belli d’Italia, caratterizzato da grotte scavate nella roccia che creano un paesaggio insolito ed affascinante.

La provincia di Messina è una delle più turistiche della Sicilia, con le località balneari di Taormina, Giardini Naxos, Gioiosa Marea, Capo d’Orlando, Milazzo e Patti; numerosi parchi e riserve naturali come il Parco dei Nebrodi, il Parco Fluviale dell’Alcantara e la Riserva Isola Bella; le aree archeologiche di Tindari, Alesa Arconidea e Naxos; l’arcipelago delle Isole Eolie (Lipari, Salina, Vulcano, Stromboli, Filicudi, Alicudi e Panarea) e ben cinque tra i Borghi più belli d’Italia: Castelmola, Savoca, San Marco d’Alunzio, Novara di Sicilia e Montalbano Elicona.

Palermo conserva edifici storici corrispondenti a varie correnti architettoniche: la Cattedrale di epoca normanna, la chiesa arabo-normanna di San Giovanni degli Eremiti, il Palazzo dei Normanni, la Cappella Palatina ed il neoclassico Teatro Massimo. In provincia di Palermo si estende anche il celebre Parco Naturale Regionale delle Madonie e vi si trovano numerose località balneari come Cefalù, Mondello, Altavilla, Pollina, Terrasini e l’isola di Ustica.

Ragusa, Modica e Scicli, ovvero le città che anticamente facevano parte della Val di Noto, sono state premiate come Patrimonio Unesco per la presenza di innumerevoli esempi di barocco. Ma Ragusa offre anche: la Cava d’Ispica con interessantissimi insediamenti preistorici; il Castello di Donnafugata di origini arabe; il Museo di Storia Naturale di Comiso e numerosi altri tesori disseminati in tutto il territorio.

La provincia di Siracusa rappresenta un polo commerciale, grazie al Porto di Augusta; storico, per i siti archeologici di Pantalica, Noto e Palazzo Acreide; turistico, grazie alle località costiere di Noto, Marzamemi, Ortigia, Avola ed infine naturalistico, per la presenza del Lago di Lentini.

Le principali località turistiche in provincia di Trapani sono: Erice, Castellammare Del Golfo, San Vito lo Capo, Scopello e le aree archeologiche di Selinunte, Segesta, Mozia e Gibellina. Vi sono, inoltre, otto riserve regionali come quelle dello Zingaro e del Bosco di Alcamo.
Del territorio provinciale fanno parte anche l’Isola di Pantelleria, l’arcipelago delle Isole Egadi (Favignana, Marettimo e Levanzo) e le Isole dello Stagnone (Isola Grande, La Scuola, Santa Maria e Mozia).

[ Autore: Ilaria Frapiccini ] Pubblicato: 03/04/2014 Letto: 3598 volte