Capri, un’estate da favola

Capri, Campania

Vacanze sull’isola più famosa del Golfo di Sorrento. Da qualunque lato della penisola Sorrentina si guardi verso l’orizzonte, si può facilmente riconoscere il profilo dell’isolotto di Capri, con la sua silhouette irregolare che la fa apparire come un grande scoglio magicamente emerso dalle acque del Tirreno.

Il comune di Capri è il principale centro abitato dell'isola, un resort celebre già all’epoca dell’Impero Romano, tanto che l’isola è disseminata di ville risalenti ai primi secoli d. C.
Mentre il comune di Anacapri si trova sulle colline, nella porzione occidentale dell’isola.

I luoghi più caratteristici sono:
- I due porti di Marina Piccola e Marina Grande (il porto principale).
La spiaggia di Marina Piccola è una delle più chic di Capri, ospita una serie di stabilimenti balneari superlussuosi e favolosi ristorantini in riva al mare. Dal pontile dello Scoglio delle Sirene partono le imbarcazioni che conducono ai Faraglioni.

- Il Belvedere di Tragara è raggiungibile attraverso una piacevole passeggiata panoramica che permette di scoprire anche la Grotta di Matermania, una cavità lunga circa 30 metri e larga 20, con un'altezza media di 10 metri, e l’Arco Naturale, una suggestiva volta di origine paleolitica larga 12 metri e sospesa a circa 18 metri che si erge fra due pilastri di roccia.

- I Faraglioni, ovvero i tre celebri pinnacoli calcarei che emergono dal mare. Il più alto, detto faraglione di Terra (111 metri) è un prolungamento dell'isola, il faraglione di Mezzo (81 metri) ha un'apertura nel mezzo attraversata di tanto in tanto dalle barche, ed il faraglione di Fuori (105 metri) ospita la lucertola azzurra, una specie in via di estinzione.

- La Grotta Azzurra è una cavità lunga 60 metri e larga 25, accessibile solo con piccole barche a remi. L'apertura è molto stretta ma ce n’è una più grande, completamente sommersa, che conferisce all’acqua e alla grotta una colorazione blu intensa grazie ai riflessi della luce del sole. La trasparenza ed il colore azzurro dell'acqua danno l'impressione di navigare attraverso un cielo chiaro e galleggiare in un universo fantastico.

- I Giardini di Augusto, a pochi minuti dalla Piazzetta, sono vicini alla Via Krupp, la famosa via panoramica commissionata dall'industriale tedesco Friedrich Alfred Krupp. Questo percorso, attualmente chiuso a causa di un pericolo di caduta massi, conduce alla scogliera di Marina Piccola attraverso una strada a zig-zag che è una vera e propria opera d'arte. La Certosa di San Giacomo è a pochi passi dai Giardini ed è uno dei più importanti esempi di architettura tradizionale di Capri.

- Le rovine delle ville romane imperiali:
Villa Jovis era la principale delle 12 ville di Tiberio a Capri. Edificata nel I secolo d.C. su 7000 m2, permette di godere di un panorama unico sul Golfo di Napoli. La struttura era edificata intorno alle grandi cisterne che raccoglievano l’acqua piovana utilizzata anche nelle terme della villa.
Sul versante ovest si trovavano gli alloggi della servitù, a nord quelli dell'imperatore e dei suoi collaboratori, e ad est la sala del trono.

Villa Damecuta, ad Anacapri, fu edificata grazie all'imperatore Tiberio. Di essa restano pochi ruderi in quanto fu danneggiata, prima dall'esplosione del Vesuvio (79 d.C.) e poi dalle incursioni dei pirati e dalle fortificazioni militari. Il complesso era costituito da un lungo loggiato aperto verso il mare e lungo 80 m, che terminava con un belvedere semicircolare, al di sotto del quale un'alcova terrazzata si affacciava sul golfo.

[ Autore: Ilaria Frapiccini ] Pubblicato: 24/07/2014 Letto: 2542 volte