Notte delle stelle a punta la marmora - da ruinas

Lanusei, Via funtana de padenti
Raduni
Dal
Al
Notte a Punta La Marmora – da Ruinas
Sabato 12, domenica 13 agosto. Gennargentu di Arzana (OG)

Caratteristiche percorso
Punto di partenza a piedi: attacco sentiero CAI n. 741 circa tre km a nord del nuraghe Ruinas (1370 mt)
Punto di arrivo: Punta La Marmora (1834 mt)
Distanza (A/R): 9 km circa
Dislivello: circa 500 m. Livello difficoltà: E/EE (Escursionistico, per brevi tratti Escursionistico Esperto)
Durata: Tempo in marcia 3 ore e mezzo circa andata, 3 ore circa ritorno. Tempo complessivo escursione 22 ore circa (dalle 14.00 del 12 agosto alle 12.00 del 13 agosto circa)
Territorio: Gennargentu di Arzana
Quota partecipazione: 15,00 € a persona + 5€ tessera associativa e assicurazione.

Mamùtera Trekking ricorda che il numero di partecipanti ad ogni singolo trekking è limitato.
Per attivare la copertura assicurativa è necessario sottoscrivere anticipatamente la tessera associativa (€ 5,00) la quale ha validità per tutto il 2017 e include trekking e pedalate.
A tal fine è necessario comunicare Nome, Cognome, luogo e data di nascita e codice fiscale inviando i dati a: mamuteratrekking @gmail.com
Il versamento deve essere effettuato al seguente IBAN: IT 34 D 01015 85330 000070606218 intestato a Mamùtera Trekking indicando come causale “sottoscrizione tessera associativa” più “partecipazione al Trekking Punta La Marmora – da Ruinas

Accompagnatori:
Guide Ambientali Escursionistiche iscritte all'albo Regione Sardegna GAE e associati AIGAE (Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche).
Guide Turistiche iscritte all'albo Regione Sardegna.

Appuntamento:
Ore 14.00 presso la stazione di servizio L’Altura, ss 389 Nuoro-Lanusei all’altezza dell’abitato di Villanova Strisaili (OG), vedi link sotto.

https://www.google.it/maps/place/L'Altura+Edicola+Bar/@39.9714732,9.4429515,149m/data=!3m1!1e3!4m5!3m4!1s0x0:0x256db9de200f8007!8m2!3d39.9716726!4d9.4432788

In macchina percorriamo i circa 22 km che ci condurranno allo spiazzo dove lasceremo le auto le quali dovranno essere sufficientemente alte (Panda o fuoristrada) perchè alcuni tratti sono sconnessi, soprattutto i tre km che separano il nuraghe Ruinas dall’attacco del sentiero.
Sintesi del percorso: La salita si svolge nel versante Sud del Gennargentu. L’itinerario è il Sentiero CAI 741, che inizia a circa 3 km oltre il sito archeologico di Ruinas (q. 1205 m), forse il più alto dell’Isola, al termine di una stretta sterrata dal fondo talvolta sconnesso che a mezza costa percorre il fianco destro orografico della valle dove scorre il ruscello denominato Riu ‘e su Accu. Dal parcheggio l’itinerario si muove in direzione Nord seguendo una ideale curva di livello, costeggiando e risalendo detto ruscello; iniziando la salita poi, raggiunto S’Arcu sa Turzi, si prosegue sul filo di cresta, in direzione Est, verso Punta Florisa (q. 1822 m), da dove in breve si raggiunge la vicina Punta Lamarmora (q. 1834 m), tetto della Sardegna. Il rientro avviene sullo stesso sentiero.


Informazioni importanti:
Mamùtera Trekking vi ricorda che si camminerà su sentieri di montagna spesso sconnessi, con forti pendenze, dove troveremo pietre, spine e rami.
Il tipo di attività proposta si svolgerà a piedi, il percorso richiede un buon allenamento e una buona forma fisica.
Per la marcia si consiglia l’uso di un abbigliamento adeguato, sono indispensabili scarponi da trekking, calzoni lunghi, un capellino, uno scaccia acqua.
E’ necessario portare la giusta quantità d’acqua in relazione alle esigenze e al fabbisogno di ciascuno considerando che a quota 1600 m circa incontreremo una sorgente perenne dove si potrà fare rifornimento.
La cena è al sacco a cura di ciascuno, e deve comprendere il necessario per le complessive 22 ore di escursione programmata (cena del 12, colazione del 13).
In cima la notte c’è freddo: la temperatura si abbassa notevolmente e generalmente si aggira intorno agli otto gradi, quindi portare il necessario per coprirsi adeguatamente (felpa, giubbino).
Si consiglia vivamente l’uso di una tenda (salvo non si scelga liberamente di dormire all’addiaccio), sacco a pelo, materassino autogonfiante per attutire le asperità del terreno roccioso.
Necessario disporre di luci frontali con la dovuta autonomia per muoversi in sicurezza durante la permanenza notturna in cima.


[ Autore: Mamùtera Trekking ] Data pubblicazione: 14/07/2017 Letto: 42 volte



Eventi OnDemand Ricevi gratuitamente i nuovi eventi nella tua email!

Email Regione evento