Palio della costa etrusca: tre giorni tra fantini, amazzoni, giostre e folklore

Massa
Rievocazioni storiche
Dal
Al
Il Mito Varenne per il palio sulla spiaggia della Costa Etrusca. Ufficializzato il programma completo della tre giorni di eventi, giostre, amazzoni e folclore in programma da venerdì 13 a domenica 15 aprile a San Vincenzo (Li), nel cuore turistico della Toscana. La partecipazione de “Il Capitano”, il cavallo da trotto più famoso e vincente della storia, è la ciliegina sulla torta della dodicesima edizione della kermesse equestre. Il palio, l’unica palio al mondo che si corre sulla sabbia, si arricchisce quest’anno di un palinsesto di eventi collaterali che mette insieme sport, competizione, turismo, cultura, musica, enogastronomia ed intrattenimento.

Organizzato dall’Asd “Palio della Costa Etrusca” ed il Comune di San Vincenzo con il contributo del main sponsor Magic, Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci ed il patrocinio della Regione Toscana e della Camera di Commercio Maremma e Tirreno l’edizione numero dodici del palio della Costa Etrusca vedrà sfidarsi, come da copione, gli otto comuni-contrade del litorale (Bibbona, Campiglia Marittima, Castagneto Carducci, Cecina, Piombino, Rosignano Marittima, San Vincenzo e Suvereto) rappresentati dai migliori fantini del circuito paliesco come Tittia, Brio, Scompiglio, Brigante, Gingillo e molti altri in groppa a cavalli mezzosangue montati a pelo. Al vincitore, insieme alla gloria eterna, andrà il prestigioso cencio-drappo d’autore realizzato quest’anno da Claudia Nerozzi, che già aveva dipinto il cencio del Palio di Siena. Una corsa a cui hanno partecipato, nel corso della sua gloriosa storia, fantini del calibro di Aceto, Il Pesse, Bastiano e Cianchino (info, programmi e biglietti su www.paliodellacostaetrusca.com).

Mogol e il suo amore per i cavalli. La tre giorni decolla venerdì 13 aprile (ore 21.00) dalla Sala Ipogeo del centro meeting di Riva degli Etruschi (via della Principessa, 120, San Vincenzo) tra musica, parole ed aneddoti curiosi con il talk show (ingresso libero) con il più grande autore italiano. Dal racconto del suo viaggio con Lucio Battisti da Milano a Roma, passando proprio da San Vincenzo fino alla sua passione per i cavalli. Insieme a Mogol, il compositore, arrangiatore e direttore musicale, Massimo Guantini. Ad accompagnare lo story-telling la musica della Big Band diretta dal Maestro Sauro Scalzini per ripercorrere le canzoni più amate e la presentazione del cencio.

Dall’affabulazione al folklore con la novità della spettacolare Giostra medievale della Quintana in agenda sabato 14 aprile (dalle ore 15.00) sulla pista della corsa del palio, a tre centimetri dal mare. Protagonista la destrezza di otto cavalieri, selezionati tra i più abili del panorama nazionale, pronti a sfidarsi per i colori dei comuni della Costa Etrusca. Sono uno show dentro lo show le evoluzioni del cavaliere acrobata Thomas Giampieri e la parata di 50 cavalli coordinata dal Gruppo Equestre di San Vincenzo.

E’ l’evento clou della kermesse equestre la corsa dei fantini sulla dorata spiaggia di San Vincenzo che chiude, domenica 15 aprile, la tre giorni. A battezzare la competizione più incerta di sempre la sfilata della fanfara dei bersaglieri per le vie del centro di San Vincenzo, la cerimonia-sfilata dei gonfaloni degli otto comuni scortati dalla Filarmonica G. Verdi. A seguire (dalle 15.00) le quattro batterie-manche con otto fantini in gara da cui usciranno gli 8 finalisti (due per ciascuna batteria) abbinati (per estrazione) ad uno degli otto comuni della Costa Etrusca, la corsa delle amazzoni in sella a cavalli di razza mezzosangue e la chiusura con Varenne e le premiazioni. A San Vincenzo lo spettacolo si chiama Palio.

Per informazioni www.paliodellacostaetrusca.it e pagina ufficiale Facebook.


[ Autore: Andrea Berti ] Data pubblicazione: 09/03/2018 Letto: 66 volte



Eventi OnDemand Ricevi gratuitamente i nuovi eventi nella tua email!

Email Regione evento