Serata-evento | il museo archeologico svevo di mindelheim ospita roberto piaia

Mindelheim, Hermelestraße 4,
Arte e Cultura
Dal
Al
Roberto Piaia presenta “L’anima della scultura”

In occasione della 17° “Notte della Città Vecchia a Mindelheim”, il 14 settembre 2018, Roberto Piaia è invitato dall’Ufficio Cultura. Spiegherà e dimostrerà le varie fasi per creare una statua di Bronzo. L’evento si terrà all’interno dell’importante Museo Archeologico Svevo Sud, situato in pieno centro di questa cittadina ricca di cultura e gioia di vivere.

La performance di Piaia sarà suddivisa in tre tempi di c.a. 20 minuti. Alle 19.30 | 20.30 | 21.30.

L’iniziativa degli Assessori alla Cultura, è quella di soddisfare la curiosità di molte persone che osservando un’opera di bronzo si chiedono come sia possibile crearla.

Vivere la scultura

L’artista durante la spiegazione plasmerà un modello in argilla. Farà vedere il materiale preparato in precedenza: gli schizzi a matita della statua finale e la struttura di ferro per sostenere il bozzetto in argilla.

Il modello finito, potrà essere utilizzato per creare opere di marmo statuario di Carrara. Oppure, utilizzato per la fusione di Bronzo e per le statue costruite in Resina.

Come sempre, le statue a forma di spirale di Piaia, oltre ad affascinare per la loro armonia, destano in chi le osserva il desiderio di sapere come sia possibile eseguirle.
Sono create con il volto, le mani e i piedi, dove spicca l’abilità esecutiva classica di Piaia.
L’innovazione in prima mondiale consiste nella creazione del corpo: la struttura del suo volume è costituita da una doppia elica che si avvita su se stessa. L’effetto visivo è quello del pieno che attraverso una spire ne sottolinea le forme, mentre il vuoto appare all’improvviso lasciando spazio all’immaginazione.

L’idea di questa particolare forma delle sculture di Roberto Piaia ¬– prima a livello mondiale – è stata confermata e protetta dal Copyright.

La nottata organizzata dall’Ufficio di Cultura offre un interessante programma che va dalla scultura e la pittura dal vivo a spettacoli multimediali. Proiezioni di film, musica folk, jazz gipsy e rinascimentale, letteratura. Per finire alle 23.00 con i fuochi d’artificio.

Approfondisci la magica alchimia per lavorare i metalli:

Nella lavorazione dei metalli c’è qualcosa di ancestrale che risale alla preistoria, per questo è una cosa molto bella. Pur conoscendo bene la tecnologia, rimane sempre un qualcosa di magico, si riesce a far cambiare forma a qualcosa di duro e resistente.

Si tratta di un lavoro integrato tra l’artista e artigiani specializzati che collaborano per portare a compimento l’opera.
Inizia con l’ispirazione dell’artista che prende forma attraverso gli schizzi a matita preparatori. Segue la costruzione della struttura di ferro che sostiene il modello in creta. L’artista prosegue con la creazione della figura curando i particolari. Poi lo consegna alla fonderia artistica – solitamente a Pietrasanta, dove possiamo vantare le migliori fonderie al mondo – e dal modello viene ricavato il calco di gesso.

Il calco di gesso viene smontato e diviso in due o più parti. Dopo essere stato privato del modello in argilla in esso contenuto, si versa cera d’api. Questa, a contatto con le pareti fredde dello stampo si coagula, andando a formare il modello in cera. A questo punto necessita ancora l’intervento dell’artista che ritocca la copia in cera.

Terminato il lavoro dell’artista, la cera viene ricoperta con un sottile strato di ceramica che ne copia fedelmente la superficie.
La cera viene poi estratta dalla forma mediante un forno e, successivamente, il metallo fuso viene colato all’interno del negativo ceramico prendendo così la forma del modello fornito dall’artista.

Le varie sezioni in metallo in cui l’opera è divisa, fuoriuscite dalla fusione, vengono ripulite, saldate ed assemblate, sino ad ottenere il risultato estetico desiderato. Infine, la superficie del bronzo viene ossidata con opportune sostanze chimiche, a base di rame o simili, per ottenere il colore o le sfumature desiderate.

“L’anima della scultura”
Museo Archeologico Svevo
Hermelestraße 4,
87719 Mindelheim | Germania
Tel. 08261 909760

Art Studio Roberto Piaia
Nebelhornstr. 2
87719 Mindelheim | Germania
Tel. (+49) 152 0466 8467
M. Ita (+39) 339 2064 275
e-mail carmen@robertopiaia.com www.robertopiaia.com


Roberto Piaia presenta “L’anima della scultura” In occasione della 17° “Notte della Città Vecchia a Mindelheim”, il 14 settembre 2018, Roberto Piaia è invitato dall’Ufficio Cultura. Spiegherà e dimostrerà le varie fasi per creare una statua di Bronzo. L’evento si terrà all’interno dell’importante Museo Archeologico Svevo Sud, situato in pieno centro di questa cittadina ricca di cultura e gioia di vivere. La performance di Piaia sarà suddivisa in tre tempi di c.a. 20 minuti. Alle 19.30 | 20.30 | 21.30. L’iniziativa degli Assessori alla Cultura, è quella di soddisfare la curiosità di molte persone che osservando un’opera di bronzo si chiedono come sia possibile crearla. Vivere la scultura L’artista durante la spiegazione plasmerà un modello in argilla. Farà vedere il materiale preparato in precedenza: gli schizzi a matita della statua finale e la struttura di ferro per sostenere il bozzetto in argilla. Il modello finito, potrà essere utilizzato per creare opere di marmo statuario di Carrara. Oppure, utilizzato per la fusione di Bronzo e per le statue costruite in Resina. Come sempre, le statue a forma di spirale di Piaia, oltre ad affascinare per la loro armonia, destano in chi le osserva il desiderio di sapere come sia possibile eseguirle. Sono create con il volto, le mani e i piedi, dove spicca l’abilità esecutiva classica di Piaia. L’innovazione in prima mondiale consiste nella creazione del corpo: la struttura del suo volume è costituita da una doppia elica che si avvita su se stessa. L’effetto visivo è quello del pieno che attraverso una spire ne sottolinea le forme, mentre il vuoto appare all’improvviso lasciando spazio all’immaginazione. L’idea di questa particolare forma delle sculture di Roberto Piaia ¬– prima a livello mondiale – è stata confermata e protetta dal Copyright. La nottata organizzata dall’Ufficio di Cultura offre un interessante programma che va dalla scultura e la pittura dal vivo a spettacoli multimediali. Proiezioni di film, musica folk, jazz gipsy e rinascimentale, letteratura. Per finire alle 23.00 con i fuochi d’artificio. Approfondisci la magica alchimia per lavorare i metalli: Nella lavorazione dei metalli c’è qualcosa di ancestrale che risale alla preistoria, per questo è una cosa molto bella. Pur conoscendo bene la tecnologia, rimane sempre un qualcosa di magico, si riesce a far cambiare forma a qualcosa di duro e resistente. Si tratta di un lavoro integrato tra l’artista e artigiani specializzati che collaborano per portare a compimento l’opera. Inizia con l’ispirazione dell’artista che prende forma attraverso gli schizzi a matita preparatori. Segue la costruzione della struttura di ferro che sostiene il modello in creta. L’artista prosegue con la creazione della figura curando i particolari. Poi lo consegna alla fonderia artistica – solitamente a Pietrasanta, dove possiamo vantare le migliori fonderie al mondo – e dal modello viene ricavato il calco di gesso. Il calco di gesso viene smontato e diviso in due o più parti. Dopo essere stato privato del modello in argilla in esso contenuto, si versa cera d’api. Questa, a contatto con le pareti fredde dello stampo si coagula, andando a formare il modello in cera. A questo punto necessita ancora l’intervento dell’artista che ritocca la copia in cera. Terminato il lavoro dell’artista, la cera viene ricoperta con un sottile strato di ceramica che ne copia fedelmente la superficie. La cera viene poi estratta dalla forma mediante un forno e, successivamente, il metallo fuso viene colato all’interno del negativo ceramico prendendo così la forma del modello fornito dall’artista. Le varie sezioni in metallo in cui l’opera è divisa, fuoriuscite dalla fusione, vengono ripulite, saldate ed assemblate, sino ad ottenere il risultato estetico desiderato. Infine, la superficie del bronzo viene ossidata con opportune sostanze chimiche, a base di rame o simili, per ottenere il colore o le sfumature desiderate. “L’anima della scultura” Museo Archeologico Svevo Hermelestraße 4, 87719 Mindelheim | Germania Tel. 08261 909760 Art Studio Roberto Piaia Nebelhornstr. 2 87719 Mindelheim | Germania Tel. (+49) 152 0466 8467 M. Ita (+39) 339 2064 275 e-mail carmen@robertopiaia.com www.robertopiaia.com Vivere la sculturaRoberto Piaia presenta “L’anima della scultura” Approfondisci la magica alchimia per lavorare i metalli:


[ Autore: Carmen De Guarda ] Data pubblicazione: 07/09/2018 Letto: 32 volte

Prezzo: 0

Eventi OnDemand Ricevi gratuitamente i nuovi eventi nella tua email!

Email Regione evento