A scuola di affresco in una bottega del medioevo

Lazio

Museo Civico di Santa Marinella - Castello di Santa Severa (Roma)
Nel Castello di Santa Severa, a pochi chilometri da Roma, si può trascorrere un sabato pomeriggio originale e laborioso: su panche e tavoli di legno, alla luce delle candele e riscaldati dal fuoco del camino è possibile imitare, con una tecnica ormai dimenticata, un dipinto del Medievo o del Rinascimento. Servendosi dei colori usati a quel tempo - le terre, i minerali e i carboni finemente tritati, sciolti in pochissima acqua - si sperimenta l'emozione di amalgamarli e di stenderli coi pennelli sulla superficie ancora umida dell'intonaco. E' l'immortale pittura a fresco che, soppiantata dalle tante soluzioni moderne, viene qui svelata attraverso i segreti di bottega e le sue infinite potenzialità. Un pomeriggio è sufficiente a dipingere il volto di una Madonna duecentesca, un simbolo araldico, una grottesca o quant'altro può essere trasferito sulla malta fresca attraverso il metodo dello spolvero, anch'esso di antiche origini e trucco formidabile per riprodurre qualsiasi disegno. E chi non ha alcuna dimestichezza con le arti pittoriche può lo stesso calarsi per un giorno nei panni di un pittore famoso e portare a casa con orgoglio una propria opera. E' il Museo Civico Archeologico di Santa Marinella, con sede proprio nel suggestivo Castello di Santa Severa, a offrire questa nuova iniziativa culturale studiata appositamente per far vivere l'arte ai visitatori in modo differente, ponendoli non più come semplici spettatori ma come protagonisti e artefici delle tecniche antiche.La particolare ambientazione di questa attività contribuisce a rendere ancora più suggestiva e ricca la giornata, offrendo anche la visita al borgo medievale e al Museo Civico Archeologico con la Torre Saracena a picco sul mare, il Battistero con affreschi del Rinascimento e le sale dedicate all'archeologia subacquea e marittima.
Si può partecipare alla scuola di affresco il primo sabato di ogni mese, durante tutto l'anno, prenotandosi qualche giorno prima al Museo Civico 0766/570209 o alla Dott.ssa Cecilia Marzi (cell. 349/1500279) che gestisce i corsi.

Pubblicato: 08/02/2015 Letto: 1272 volte