Anche quest'anno, la città di Parma ad ottobre si veste di ...Verdi.

Parma, Emilia Romagna

La musica vibra a Parma e nelle terre di Verdi. Dalla casa del grande compositore, in cui le opere del maestro saranno al centro di dibattiti insieme a prestigiosi storici e musicologi, la musica risuonerà nelle strade del centro, si diffonderà per i quartieri di Parma ed esploderà in tutta la sua magia nel Teatro Regio con la rappresentazione de “Il Trovatore” e de “I Vespri Siciliani”, fino a raggiungere il Teatro Verdi di Busseto dove sarà messo in scena l'Attila e in fine risuonerà oltre Parma, nelle terre di Verdi.
Dal 1 al 28 ottobre opere, concerti, eventi e mostre; per gli appassionati e per chi ne vuole sapere di più un'ottima occasione per scoprire la vita e l’arte di Verdi, la città di Parma e i luoghi legati al compositore.

Parma è una città ricca di arte e di storia e cominciando da una visita al Duomo, risalente al periodo romanico, e al Battistero adiacente, di stile gotico, si può proseguire alla scoperta degli altri importanti monumenti storico-artistici, tra cui l'Abbazia di San Giovanni Evangelista con la cupola affrescata dal Correggio, Santa Maria della Steccata, un bellissimo edificio a croce greca, San Francesco del Prato, che fu una delle più importanti chiese della città fino a diventare nell'Ottocento carcere cittadino. Subito fuori della città è da visitare l'Abbazia Cistercense di Valserena, meglio conosciuta come Certosa di Parma. E dopo una passeggiata fra arte e storia ci si può rilassare tra alberi secolari e respirare un po' di natura nel Parco Ducale situato nel centro storico, oltre il ponte Verdi . Ma il Teatro Regio è sicuramente il protagonista indiscusso di una gita a Parma nel mese di ottobre. La facciata neoclassica dell'edificio accoglie e introduce gli ospiti del teatro, attraverso il portico architravato, fino alla platea di forma ellittica decorata in bianco e oro, dove le emozionanti melodie e le arie de “Il Trovatore” e de “I Vespri Siciliani” risuoneranno fino a rapire lo spettatore.

Le iniziative coinvolgeranno non solo gli appassionati, ma anche chi si avvicina per la prima volta a Verdi e all'Opera in generale e con la sezione “Il Festival Verdi per i giovanissimi” ci si rivolge infine agli studenti di elementari e medie con l'obiettivo di dare una spinta positiva alla cultura musicale delle nuove generazioni. E fra una melodia e l'altra si può cogliere l'occasione per degustare qualche specialità tipica di Parma, fra le più famose sicuramente il Prosciutto di Parma e il Parmigiano Reggiano.



Teatro Regio di Parma

[ Autore: Cristina ] Pubblicato: 08/09/2010 Letto: 664 volte