Le Cinque Terre

Liguria

La Liguria, terra cantata da tutti i poeti per la sua bellezza, possiede uno dei paesaggi più suggestivi d'Italia, le Cinque Terre che insieme al promontorio di Portofino, costituiscono meta irrinunciabile per un turista desideroso di godere delle meraviglie del nostro bel paese.
Sentieri e scalinate centenarie collegano i cinque borghi, cinque piccoli paesi situati tra mare e montagna incorniciati da uno scenario incantevole fatto di terrazzamenti coltivati a vigneti e ulivi, e di macchia mediterranea ricca di cespugli colorati e odorosi.
Si può percorrerle in treno o a piedi, quest'ultima sicuramente la scelta più giusta per godere pienamente della bellezza delle Cinque Terre. Il sentiero più famoso e suggestivo, che collega Manarola a Riomaggiore, è il Sentiero dell'Amore, un passaggio lungo la costa, a picco sul mare, nato per esigenze pratiche e trasformatosi poi in una passeggiata piena di fascino, percorsa ogni anno da coppie in cerca di un'atmosfera romantica e da turisti in cerca di panorami mozzafiato.
I cinque borghi sono quasi tutti situati sulla foce dei torrenti in riva al mare, l'unico borgo che non si trova sul mare e Corniglia posta su una collina ricoperta da vigneti.
Monterosso al Mare è la più occidentale delle cinque Terre e sorge in
un'insenatura, oltre la Punta del Mesco. La cittadina è composta da due zone divise dalla medioevale Torre Aurora, la parte moderna e turistica, Fegina e Monterosso antica, vecchio borgo di pescatori. Da visitare è la chiesa di S.Francesco in cui è conservata una Crocifissione attribuibile a Van Dyck, S.Giovanni Battista la cui facciata in stile gotico ligure presenta una lunetta affrescata e un rosone marmoreo, e il Santuario della Madonna di Soviore.
Vernazza si trova alla foce del rio Vernazzola. Il centro del borgo è una piazzetta da cui si vede il porticciolo turistico e da cui partono stretti vicoli collegati da scalinate che percorrono l'abitato.
Corniglia situata su di un promontorio roccioso che domina il mare, ha una grande spiaggia protetta in cui ci si può rilassare e godere della natura circostante. Da visitare è la chiesa parrocchiale di S.Pietro edificio in stile gotico-ligure fra i più interressanti delle cinque Terre. Da gustare è il tipico vino bianco Cinque Terre e il famoso passito Sciacchetrà.
Manarola con le sue case alte e dalle facciate colorate ha origine medioevale, con i suoi vicoli stretti le ripide scalinate e i resti del castello. Da Manarola si prende il famoso sentiero dell'amore attraverso cui si raggiunge Riomaggiore, che prende il nome dal rio Major (oggi coperto). Caratteristiche qui come a Manarola le case-torri con due ingressi anteriore e posteriore.

Pubblicato: 22/05/2004 Letto: 12214 volte