Monaco e L'Oktoberfest

Monaco di Baviera, Germania

a tutta birra. La città di Monaco che sorge fra le bellezze incontaminate dei paesaggi della pianura Bavarese,da sempre dedita nel preservare i suoi più tradizionali usi e costumi, è senz'altro una delle mete principali preferite dal turismo non solo nazionale. Attraversata dal fiume Isar che la divide tra la nuova Monaco alla riva destra del fiume e alla sua sinistrala Monaco Antica, quest'ultima fu fondata nel 1158 da Enrico XII "Il leone" e formata intorno ad un ponte che attraversa il fiume. Il suo sviluppo nonchè il suo vasto patrimonio artistico, favoriti dall'essere stata residenza di duchi prima, di sovrani e principi poi, fanno di Monaco una città di tutto rilievo, densa di appuntamenti e manifestazioni storico-culturali, musicali e folcloristici. Avendo una posizione geografica di importanza commerciale, più volte ricostruita e distrutta, Monaco divenne capitale del regno di Baviera nel 1806 creato da Napoleone e abbellita dai re Luigi I e Massimiliano II che la arricchiscono di raffinato gusto artistico. Una visita al capoluogo di Baviera non può che avere inizio dal'antico Municipio di Marienplatz del XV sec,cuore della vecchia Monaco, per proseguire verso le due torri della cattedrale quattrocentesca Frauenkirche le cui coperture completamente in rame costituiscono un elemento tipico della città. Un altro monumento insigne, salvato dai bombardamenti della II guerra mondiale, è l'antica chiesa Peterskirche dell'XI sec. ma non si trascurino l'ammirabile complesso della Residenza (XVI sec. ) con i suoi giardini di corte e il mirabile Castello di Nymphenburg del XVII sec. Per gli amanti dell'arte, si mensionano i numerosi musei, ospitanti capolavori di scultori tedeschi e di celebri pittori come Leonardo da Vinci, quali la vecchia e la nuovo pinacoteca e la gliptoteca. Ma la storia della Baviera si sviluppa anche tra il folclore di questa terra, le sue pittoresche cittadine dai balconi in legno e dallo spirito allegro che la gente del luogo diffonde tra corpulenti wurstel, tradizionali crauti, invitanti polli e spumeggianti boccali di birra ... Siamo tra i tipici giardini immensi di castagni e platani (i cosiddetti biergarten ) popolati nella calda stagione per sorseggiare dissetandosi in buona compagnia, o direttamente tra gli stands dell'Oktoberfest? Già...! L'Oktoberfest; solo nel pronunciarla, emerge e si diffonde l'aroma delle lager fresche e delicate, dolci e fruttate, corpose e persistenti. Guglielmo IV Duca di Baviera,in un editto dichiarò la birra la bevanda nazionale e di certo ancora oggi non si può che dargli ragione visto che mediamente se ne consumano ogni anno circa 220 litri a testa! Basti considerare che la Germania con il suo 40% di fabbriche di birra nel mondo, ne è la maggiore produttrice, possiede più di 1000 birrerie sparse in tutto il suo territorio e che la Baviera è il vero cuore pulsante della tradizionale produzione delle bionde lager e della congiunta e trionfante purezza del luppolo, del malto e del lievito. La tradizionale Festa della Birra "non è altro" che una rievocazione storica datata 1810, anno in cui il principe Lodovico I di Baviera prende in sposa la principessa Teresa di Sassonia. Per festeggiare l'evento si svolse una corsa di cavalli che si ripetè poi ogni anno, grazie all'acclamato successo del pubblico e che ad ogni edizione si espandeva richiamando espositori di prodotti locali e di birrai che ne offrivano il loro schiumoso e dissetante oro. Da allora, milioni di visitatori, sedotti dai profumi che si estendono copiosi nell'aria, consumano interminabili fiumi di birra, sterminate distese di salsicce e wurstel, chilometri di strudel di mele e cannella e ancora patate, manzo, mele stregate... tra giochi di colori, giostre panoramiche, luna park, bandiere al vento della Paulaner, HB, Hacker Pschorr, Augustiner, Lowenbrau, Franziskaner, Hafbrauhaus e chi più ne ha più ne metta .L'inaugurazione cade, come ogni anno, nella penultima domenica di Settembre, quando la città si sveglia per la sfilata allegorica dei carri, tra birrai in veste tipica di pantaloni corti e calzettoni, gilet guarniti di medaglie e copricapi; anche il sindaco vuole la sua parte e a lui spetta aprire la prima botte di birra della nuova stagione annuale che ufficialmente da inizio al corteo di danze, canti e fantasiose composizioni turistiche rappresentanti tutta Europa. L'atmosfera che si respira in ogni stand, è senz'altro quella allegra del divertimento comune tra tavole inbandite e cameriere scaltre in vesti locali, sommerse da enormi boccali spumeggianti, trasportati con maestrosa e proverbiale abilità tra il brulicare di immense folle di genti in danza e battimani, musiche orchestrali, cori popolari e concerti rock.In questa trascinante e amichevole accoglienza,tutto si trasforma e diventa bavarese e nemmeno il dialogo è più limitato dalla diversità di linguaggi; gli sguardi, l'allegria, il tintinnare di boccali innalzati al brindisi e il comune far festa crea un popolo: è il popolo Bavarese.

Link Utili:

Last minute per l'Oktoberfest

SITO UFFICIALE

WEB CAM sugli Stands

[ Autore: Barbara P. ] Pubblicato: 30/08/2004 Letto: 11078 volte