L’Eurochocolate e la città di Perugia

Perugia, Umbria

Vacanze enogastroniche in Umbria. Il capoluogo umbro, in occasione della manifestazione di Eurochocolate, ospita ogni anno i tanti turisti golosi di cioccolato nelle sue piazze e lungo le vie del centro storico con curiose novità e iniziative per tutti i “gusti”.
Protagonista indiscusso di tutte le edizioni e al centro di ogni iniziativa, il cioccolato viene presentato in tutte le sue forme e in tutte le sue varianti di gusto, accompagnato ogni volta da fantasiosi gadget. Nella manifestazione di Eurochocolate due sono le parole d’ordine: gioco e ironia e così ogni anno ci si diverte a giocare con le parole e dai giochi di parole nascono le tante iniziative che coinvolgono il popolo dei ghiotti. Ecco allora che Corso Vannucci diventa “Morso Vannucci” e per i più piccoli ci si intrattiene con i Chokémon nell’edizione 2000. Nel 2001 si visita la cella dei “Prigionieri del Cioccolato” e si assiste al loro processo e si propone lo spazio “Caribe: il cioccolato come Bio comanda”. Nel 2002 si da spazio al mondo del cinema con “Ciok si gira” e ancora nelle successive edizioni troviamo il Bacione, ovvero un enorme bacio del peso di 5.980 kg; l’Eurochocolate World che ha aperto una finestra sul mondo complesso del Cacao e dei paesi produttori; la Rocca Paolina che diventa la “Rocca Pralina”; il “Watteli a cercare uno alla Volta e prendili a Morse!” ovvero un elettrizzante percorso a tappe; e ancora nell’edizione 2006 i tanti golosi che affollano Perugia diventano “costruttori di dolcezze” e la spatola per la cioccolata diventa una cazzuola da muratori intorno a cui si continua a giocare… Ed ecco a voi la simpatica mascotte "Mario il Muratore" ad intrattenere i più piccoli, le originalissime tavolette di cioccolato triangolari, la collezione di stampi e forme per dolci “FettexFette”, l’Igloo fatto di cioccolata e il Chocowall un muro prefabbricato con le sembianze di una golosa tavoletta di cioccolato. L’Eurochocolate è un evento che magicamente riesce ogni anno ad evocare con le sue tante iniziative le proprietà del cioccolato, perché a tutti è noto che questo sublime alimento riscalda il cuore, rallegra l’umore e fa bene all’intelletto.
Perugia, d’altro canto, si presta meravigliosamente a sfondo e cornice dell’evento. Città raccolta e dall’atmosfera intima, ricca di arte e di cultura Perugia offre la possibilità di godere anche di un soggiorno piacevole alla scoperta dell’arte e dei paesaggi umbri.
Una delle immagini più belle di Perugia vista dal basso si ha percorrendo il raccordo Perugia-Bettolle dal lago Trasimeno in direzione della città. Alla fine di una delle gallerie, incorniciato dalla linea curva e scura del tunnel si delinea sullo sfondo un concatenarsi e sovrapporsi di abitazioni dai muri in pietra che salgono verso l’alto ricoprendo la collina, stupenda vista d’insieme della città medioevale di Perugia. In questa straordinaria città umbra si respira un’atmosfera particolarmente piacevole per lo spirito e l’intelletto, atmosfera che trova le sue ragioni nell’antica tradizione universitaria aperta al mondo. Infatti Perugia oltre ad ospitare uno degli atenei italiani più prestigiosi, può vantare una delle più famose Università per stranieri e proprio da qui deriva l’aspetto più bello e interessante di questa città umbra: la multiculturalità, quella multiculturalità tipica delle grandi metropoli in cui però si disperde e che invece a Perugia si concentra in una dimensione più piccola e quotidiana.
Città innovativa da più punti di vista fu la prima in Italia a costruire scale mobili che salissero verso il centro, la più suggestiva delle quali attraversa la città sotterranea emersa dopo lunghi scavi archeologici e che hanno dato alla luce un vero e proprio borgo fatto di antiche strade e piazze della Perugia medievale, la Rocca Paolina, sede ogni anno di numerosi eventi. Salendo attraverso la Rocca Paolina si arriva a Piazza Italia, un giardino con belvedere sulla pianura circostante e da lì si accede a Corso Vannucci. Fra una tavoletta di cioccolato e una pralina alzate lo sguardo e guardatevi intorno. Lungo la via oltre a interessanti negozi di abbigliamento e accattivanti gioiellerie si susseguono imponenti e rinomati palazzi: il Palazzo Domini, la Chiesa di S. Isidoro, la Casa di Baldo degli Ubaldi (XV sec.), il Palazzo dei Notari (XV sec.) e il Palazzo dei Priori con il Collegio del Cambio e il Collegio della Mercanzia e che ospita la Galleria Nazionale dell'Umbria. Il museo raccoglie autorevoli esempi di pittura umbra tra il XIII ed il XIX secolo tra cui opere di Arnolfo di Cambio, Duccio di Boninsegna, Gentile da Fabriano, Beato Angelico e Piero della Francesca, protagonisti dell'arte medievale e rinascimentale e ancora opere di Pietro Vannucci detto il Perugino. Alla fine di Corso Vannucci si apre Piazza IV Novembre su cui si affaccia l’altro lato del Palazzo dei Priori, il palazzo Vescovile e dei Notari, la Cattedrale e le Logge di Braccio. Al centro della piazza è situata la Fontana Maggiore, stupenda opera medioevale del XIII sec. progettata da fra' Bevignate e decorata con sculture e basso rilievi opera di Nicola e Giovanni Pisano. La piazza nel suo insieme costituisce un fine complesso di costruzioni architettoniche, che per la sua particolare bellezza è spesso utilizzato come scenografia per le manifestazioni che si svolgono a Perugia, compreso l’ Umbria Jazz Festival. A pochi metri dalla Fontana Maggiore, si trova l’ingresso al Pozzo Etrusco (IV o III sec. a.C.), profondo 37 m. e largo 5 m. Da visitare anche l’Acquedotto e l’Arco Etrusco, le Chiese di S.Francesco al Prato e di Santa Giuliana, , l’Orto Botanico e il Museo Archeologico. Per chi vuole approfittare di un soggiorno più lungo poi, può concedersi il lusso di spaziare tra una visita al lago Trasimeno con le due isole Maggiore e Polvese, oppure una passeggiata sulle colline umbre tra antichi ulivi e vaste vigne dai colori autunnali, o scoprire le stupende cittadine medioevali della verde Umbria. Mentre deliziate gli occhi concedetevi anche un assaggio che vada oltre al cioccolato di Eurochocolate e assaporate la cucina umbra insieme ad un bicchiere di buon vino da scegliere tra le tante cantine umbre rinomate in tutto il mondo.

Last minute eurochocolate

Pubblicato: 16/09/2006 Letto: 13987 volte