In vacanza sul Lago di Garda

Veneto

Fra sport e natura. Il turismo sul Lago di Garda non ha una tradizione antica, ma si è sviluppato solo di recente a partire dal secondo Ottocento a cui risale la creazione della prima struttura turistica a Gardone Riviera, un albergo di prestigio a cui ben presto si sono aggiunti alberghi più piccoli e ville private. La donazione da parte di Dannunzio del Vittoriale (abitazione del poeta) al popolo italiano avvenuta nel 1923, ha conferito crescente popolarità a questa zona del lago. Il Vittoriale degli Italiani attira ancora oggi moltissimi turisti non solo per la splendida villa con giardino, ma anche per il Museo della Guerra dove si trovano il MAS che effettuò la Beffa di Buccari, la nave Puglia incassata sul fianco della collina, l'aeroplano con il quale Dannunzio effettuò il famoso volo su Vienna e un teatro che ospita nei mesi di luglio e agosto con una densa stagione di esibizioni il Festival d'Estate.

Fino agli anni Trenta si è trattato comunque di un turismo ristretto che riguardava la zona nord-occidentale del lago, probabilmente motivato da una maggiore accessibilità al territorio. Con la creazione della strada che costeggia la sponda destra del lago partendo da Susano di Castel d'Ario e salendo fino ad Arco sono state spalancate le porte ai molti turisti desiderosi di vacanza. Sono state ben presto realizzate delle strade lungo lago su cui sono sorte nel corso dei decenni innumerevoli strutture turistiche tanto da diventare un continuum sul territorio e fino a spingere gli operatori turistici a scegliere zone più distanti dal lago, fra le più suggestive, in cui costruire nuove strutture ricettive.

Il fenomeno turistico legato al Lago di Garda, ad esclusione dei primi anni , si è evoluto su un piano popolare e non di nicchia, più simile al turismo di massa tipico delle località di mare. Fra le motivazioni potrebbero esserci la tipologia del territorio, in cui la presenza di spiagge lungo lago rendono facile l’associazione della vacanza al mare, somiglianza accentuata dall’intervento umano con uno sviluppo urbano molto vicino a quello realizzatosi nelle località marittime. Incide sicuramente la facile accessibilità dei luoghi tramite una rete stradale particolarmente sviluppata, tutta intorno al lago e che lo rende facilmente raggiungibile dalle varie parti d’Italia e non solo. Il turismo infatti è solo in parte nazionale, e per la maggior parte internazionale con una presenza predominante di tedeschi e austriaci , ma anche di olandesi e inglesi e con un incremento di turisti spagnoli e provenienti dall’Europa dell’est.

Accanto alla vacanza di lungo periodo si è andata inoltre sviluppando sempre di più la vacanza mordi e fuggi che prevede un soggiorno di due o tre giorni nei fine settimana o per i ponti e così insieme alla domanda si è variegata anche l’offerta turistica sia dal punto di vista degli intrattenimenti che vanno dal naturalistico con vari percorsi escursionistici, allo storico-culturale con gli antichi borghi e i vari musei del territorio, ai molteplici parchi di divertimento; sia dal punto di vista ricettivo che insieme alle ville signorili, agli alberghi, agli hotel con centri benessere e SPA, mette a disposizione anche numerosi agriturismi , case vacanze, bed and breakfast e campeggi . Sul Lago di Garda è ormai possibile ritagliarsi una vacanza su misura, secondo le più svariate esigenze e gusti.

Dal punto di vista naturalistico il Lago di Garda offre uno scenario suggestivo costituito da panorami contrastanti. Lo specchio lacustre fa da confine a tre regioni italiane, Lombardia , Veneto e Trentino Alto Adige . La parte meridionale è costituita da un ampio bacino che si adagia sulla pianura Padana, mentre la parte settentrionale si stringe notevolmente insinuandosi all’interno delle Alpi. Lo stesso clima muta a seconda della zona, influenzato in alcuni punti dall’effetto mitigatore del lago che rende le temperature più mediterranee, mentre altri punti risultano più freddi, o perché più vicini alle Alpi, oppure perché più esposti alle correnti di aria fredda. Di conseguenza i paesaggi che caratterizzano il lago vanno da quelli collinari più tipicamente mediterranei in cui la coltivazione caratterizzante sono gli ulivi, la vite e gli alberi da frutto (fra cui i limoni), a quello a nord più marcatamente alpino.

Le possibilità di intrattenimento in una vacanza sul lago di Garda, come già detto, sono molteplici.
Molto suggestivi sono i borghi cittadini che si fondono con il territorio circostante, incastonati come sono fra le rocce, un intreccio di vie e viottoli in cui le case si appoggiano l’una all’altra. Fra i paesi più visitati ci sono Lazise, Bardolino, Garda, Torri, Malcesine, Brenzone, sulla sponda orientale, Riva del Garda Torbole e Arco a nord, Limone, Tremosine, Tignal, Gargnano, Salò, sulla sponda ad est, Desenzano, Sirmione, Peschiera a sud. I borghi insieme ai musei sparsi sul territorio offrono occasioni interessanti dal punto di vista storico-culturale soprattutto per quanto riguarda periodi storici quali preistoria, storia romana antica, alto medievale e risorgimentale. Oltre ai musei storici, ci sono anche musei dedicati alla pesca, all’agricoltura ed alla viticoltura spesso messe in relazione con le antiche tradizioni del luogo.

Per gli amanti degli sport acquatici il lago offre la possibilità di praticare sci nautico, wind surf, barca a vela, canottaggio, e anche pesca sportiva e immersioni subacquee. Per chi ama il sole e l’acqua le tante spiagge assolate e facilmente raggiungibili, insieme a quelle meno accessibili, o raggiungibili solo con una salutare camminata, regalano un’acqua trasparente e pulita e momenti di tranquillità e relax . E’ possibile inoltre rigenerarsi dallo stress quotidiano nei diversi centri benessere nati intorno al lago. Di particolare rilievo sono il centro termale di Sirmione sorto su acque sulfuree particolarmente benefiche per la cura dei bronchi, dell'orecchio, del naso, della gola e della pelle, e il centro termale di Vallio Terme le cui acque oligominerali sono efficaci nella cura delle malattie renali, del fegato, dell'intestino e dell'apparato respiratorio.

Affianco ad un tipo di turismo per così dire tradizionale, sul lago di Garda si è sviluppato in modo straordinario e in misura notevole un nuovo fenomeno turistico, quello dei parchi di divertimento che seppur diffondendosi in generale in varie parti d’Italia e più in generale a livello mondiale, sul lago di Garda assume una dimensione particolarmente significativa e destinata a crescere ancora.
Primo fra tutti Gardaland , a cui spetta il posto d'onore fra i parchi di divertimento italiani . Gardaland offre una vastissima gamma sia di attrazioni e giochi che di scenografie straordinariamente curate, tanto da confondere i suoi ospiti che si smarriscono fra realtà e fantasia, proiettati in mondi talmente ben progettati e curati nel dettaglio da sembrare autentici.
Accanto a Gardaland, un altro fra i più importanti parchi di divertimento è Canevaworld con i suoi numerosi scivoli ripidi che si tuffano in piscine e percorsi acquatici.

Pubblicato: 25/02/2009 Letto: 8191 volte