Alla scoperta del Casentino

Toscana

Alla scoperta del IL CASENTINO una valle Toscana lontana dalle solite rotte.

Da non perdere:

*il Santuario della Verna ed il Monastero di Camaldoli, importanti luoghi di fede

*Una visita al castello medioevale dei Conti Guidi di Poppi, dove il sommo poeta Dante Alighieri trascorse il suo esilio e certamente il più bello della vallata e forse della Toscana: pensate che il Palazzo Vecchio di Firenze "sembra" sia stato costruito copiando il Castello di Poppi!

*Una passeggiata alla Chiesa Romanica di San Pietro a Romena (si trova a 1 km. dal paese di Pratovecchio), bellissima in mezzo alla campagna, che si può visitare (il parroco si trova spesso in ritiro con comunità di giovani e non sempre è disponibile);

* interessante anche il Castello di Romena, di proprietà della Famiglia DE FLAMINI ma al momento chiuso perché pericolante. Eventualmente da vedere il MUSEO DELLE ARMI, situato sotto il castello e che l'Ing. FARATTINI ha personalmente allestito.

*Nel paese limitrofo di Stia si può ammirare la splendida Piazza TANUCCI, resa celebre dal regista Pieraccioni nel film IL CICLONE, ed il piccolo agglomerato medioevale di PORCIANO dove, all'interno della torre, c'è una piccola ma interessante raccolta di "Attrezzi della civiltà contadina.

Naturalmente, il paese di Stia è conosciuto soprattutto per la lavorazione del PANNO CASENTINO, la più antica tessitura della lana casentinese, famosissima ai tempi della Repubblica Fiorentina ed oggi tornata in auge presso i più importanti stilisti. DUE i punti di acquisto:

*Strada in Casentino, che si chiama anche Castel San Niccolò, il Sig. BIONDI ha ristrutturato personalmente un altro Castello dei Conti Guidi, che si raggiunge preferibilmente a piedi attraversando un ponte medioevale: da non perdere la torre con l'orologio. Per la visita telefonare al Sig. BIONDI che, orgoglioso del suo lavoro, sarà lieto di farVi da guida.
Per informazioni sui percorsi :

http://www.turismo.casentino.toscana.it/eventi/eventi.asp?ctgr=24&IdCtg=Eventi

[ Autore: Silvia Cafaggini ] Pubblicato: 19/01/2006 Letto: 7268 volte