Rende e Cosenza. Le loro belleze

Calabria

A Rende
Chiesa del Rosario, eretta nel 1779, interno mononavata con pianta a croce latina decorata da stucchi. Altare maggiore con cornice lignea di intagliatori roglianesi che conteneva "la Madonna del Rosario" di Francesco De Muta (opera trafugata). All'interno, pergamo ligneo intarsiato, opere settecentesche, figure presepiali napoletane e un organo del 1772.

Chiesa di Maria SS. della Consolazione,realizzata ad Arcavacata, con prospetto timpanato, delimitato da lesene e torre campanaria quadrangolare. All'interno la statua lignea della Madonna della Consolazione, un Crocifìsso, e stipi settecenteschi.

Chiesa Maria SS. di Costantinopoli, edificata nell'anno 1600 sulle rovine di una antica cappella, la recente costruzione risale al 1719. La facciata a capanna è di impianto classico. Di grande interesse sono l'altare maggiore, in marmi policromi del 1775, il pergamo ligneo, una macchietta acheropira dipinta su rame e alcune tele.

Chiesa di Maria SS. della Neve, di origine seicentesca, facciata dalle linee essenziali, presenta un arco in pietra tufacea ed un oculo in mattoni. All'interno, un altare in muratura e un'opera del 1703,raffigurante Maria SS. della Neve.

Chiesa Matrice, di epoca medioevale, (1424). Riedificata dopo i terremoti del 1740 e del 1783. Campanile settecentesco rifatto nel 1923. Interno a tre navate con dodici pilastri, volta a botte decorata e dodici lunette affrescate. Interessante sono le tele, la sacrestia con armadio di noce (1776-1860) e la cripta medioevale utilizzata per l'esposizione di oggetti liturgici.

Chiesa di S. Antonio da Padova, a Commenda (1979 - 1985). L'interno è concepito secondo uno sviluppo ad anfiteatro avente per fulcro l'altare.

Chiesa del Ritiro, di epoca normanna. All'interno, l'altare ligneo del 1705, gli altari di S. Michele e S. Francesco Saverio, statue lignee del 1730, il S. Giacomo Apostolo del XVI secolo, le tele e la sagrestia con soffitto di legno dipinto.

Chiesa di S. Francesco d'Assisi, innalzata nel 1533. Sulla facciata, una settecentesca Immacolata in marmo. All'interno, sono conservate opere di pregio.

Chiesa di Maria SS. della Consolazione, realizzata ad Arcavacata, con prospetto timpanato, delimitato da lesene e torre campanaria quadrangolare. All'interno la statua lignea della Madonna della Consolazione, un Crocifisso, e stipi settecenteschi.


A Cosenza

Il Duomo di Santa Maria Assunta, fu ricostruito sulle rovine di un precedente edificio abbattuto dal terremoto del 1184, la sua ricostruzione iniziò nel 1187 al 1222, data in cui fu consacrato dal Cardinale Tuscolo, alla presenza dell' Imperatore Federico II, in seguito subì altri eventi sismici.

Il Teatro Comunale "A. Rendano", realizzato su progetto dell'Ingegnere Zumpano nel 1876-1910, completamente distrutto nel 1942-1945, fu riportato al suo splendore negli anni 60, dall'allora Ministro ai L.L.P.P. On. Giacomo Mancini.

Ara dei Fratelli Bandiera, nei pressi del Vallone di Rovito. Insiste uno spiazzo con altare, eretto nel 1937 in memoria dei martiri d'Unità d'Italia, Attilio ed Emilio Bandiera, Veneziani. Sposarono la causa mazziniana, furono catturati con altri coraggiosi nei pressi di San Giovanni in Fiore, furono poi fucilati a Cosenza nel Vallone di Rovito il 25 luglio 1844.

Il Castello, detto Castello Svevo, sorge sulle rovine della antica Rocca Bretia o Brutia. Subì numerosi danni, ricostruito dai Normanni prima, restaurato poi da militari e architetti di Federico II.

La Chiesa di San Domenico, sita in piazza Tomaso Campanella, la costruzione fu iniziata nel 1449, nel luogo dove sorgeva un tempio innalzato a San Matteo. Da vedere la bellissima cappella del Rosario.

La Chiesa di San Francesco di Paola, all'inizio di Corso Plebiscito costruita intorno al 1510 poi in anni successivi ha subito delle modifiche.

La Chiesa Sant'Agostino, ex Convento Agostiniano eretto nel 1505-1507 sito nell'omonima strada, nelle vicinanze del Vallone di Rovito. La Chiesa della Sanità, sita nella parte alta di Portapiana, (Sec. XVII - XVIII), fu anche caserma Giuseppe Garibaldi.

La Chiesa di Santa Maria di Gerusalemme, detta Chiesa delle Cappuccinelle, sorge in Corso Vittorio Emanuele II, ai piedi del Castello Svevo, fu realizzata nel 1582-1586, oggi appartiene alle Suore Guanelliane.

La Chiesa e Convento di San Francesco d'Assisi, nei pressi di Piazza M. Berardi, tra la via Grotte di San Francesco d'Assisi e via Messer Andrea, il complesso, realizzato nel Sec. XIII su precedenti fondazioni benedettine.

La Chiesa di Santa Maria delle Vergini, in Largo delle Vergini tra Via G. Argemto e Via dell'Accademia, ex monastero Cistercenze, eretta nel 1515-1520, oggi Ospizio delle Vergini. La Chiesa San Giovanni Battista, nell'antico rione di Portapiana, nella via omonima, risale al Sec. XVIII.

Itinerario consigliato da :
Hotel Cozza

[ Autore: info@camigliatellosilano.it ] Pubblicato: 02/10/2007 Letto: 6733 volte