Siviglia e Cadiz

Spagna

3 giorni bellissimi! Con Vanna mia novella moglie ,siamo partiti a Febbraio per il Carnevale di Cadiz. Con una piccola spesa ed un pò di organizzazione, ci siamo fatti una piccola vacanza a costi relativamente bassi.

1 Giorno: partenza alle 5 di mattina dalla nostra casa di Montelupo ed arrivo alle 6 circa all’aereoporto di Pisa, dove abbiamo preso un volo Ryan air con destinazione Siviglia. Check in , fatto direttamente on line e partenza puntuale circa alle 7 di mattina. Alle 9 arriviamo a Siviglia , dall’aereoporto c’ è un pulman molto comodo che parte ogni 15 minuti e porta direttamente in città. Mentre facciamo la fila, neanche a dirlo, ” i soliti italiani” si fanno riconoscere, eludendo la fila ,così che una calientissima signora spagnola gli impreca contro arrabbiatissima.

Arrossitti e taciturni ci avviamo in autubus, mentre dei signori imprecano in spagnolo contro la maleducazione degli italiani. Scendiamo proprio davanti alla stazione per prendere il treno per Cadiz ma è’ sabato e ci sono meno treni rispetto agli altri giorni della settimana, così ci facciamo un giro veloce per Siviglia. Un oretta nel quale non riusciamo ad arrivare al centro storico della città,ma abbiamo il tempo per renderci conto che Siviglia è una città molto ordinata e curata .

Alle 12 circa parte il treno per Cadiz , quasi 2 ore di viaggio, tra i paesaggi dell’Andalusia, la regione più povera della Spagna. Arrivati in albergo, giusto il tempo di posare le valigie e andiamo subito a farci un giro per il centro e ovviamente anche a mangiare . Sono le 3 di pomeriggio passate da un bel pò , ma qui è normale mangiare tardi , così troviamo tutti i ristoranti pieni. Porto a Vanna a mangiare da Las Flores una frittoria molto nota a Cadiz, che ho già avuto modo di provare in un mio precedente soggiorno qui a Cadiz. Con meno di 10 euro a testa ci facciamo delle acetuinas ( grosse olivone verdi) e una doppia porzione di fritto.Il ristorante è affollatissimo e si mangia con le mani, in un clima popolare, come del resto è popolare e semplice tutta la città. Finito di mangiare, porto Vanna a vedere un pò la città ,così andiamo alla Cattedrale di Cadiz , alla plaza dell’ayuntamiento , Plaza de Espana ed il bellissimo Parco Genovese .Tornati in albergo ,una doccia e un pò di riposo e subito usciamo per la sera, in Spagna usa la Ir de Tapas, ovvero andare di locale in locale e farsi una birra ed una tapas ( sono dei piccoli assaggi di specialità spagnole). Concludiamo la serata in giro per il centro, dove c è una sfilata con varie maschere. I Cadicini vivono il carnevale con grande passione e le vie sono piene zeppe di ragazzi ma anche famiglie allegre .Ormai stanchi ci ritiriamo a letto in attesa dell’ intensa giornata dei carri e dei cantori.

2 Giorno . Ci svegliamo la mattina della domenica non tardissimo , intorno alle 10 una colazione in un bar del centro.Vi avverto la colazione ed il caffè sono schifosisimi , ma forse sono io ad essere sempre troppo esigente per il cibo. Fatta la colazione ,decidiamo di visitare la Cattedrale di Cadiz pagato il biglietto di pochi euro, ci apprestiamo a salire diversi scalini ed arrivamo in cima alla cupola, da dove si vede tutta Cadiz . Lo spettacolo della città vista dall’ alto è bellissimo.Cadiz è un città molto antica e completamente circondata dall’oceano, proprio davanti al Marocco ( solo 1 ora di traghetto).

Subito dopo la visita della cattedrale, decidiamo di farci un giro lungomare e verso la città nuova. E’ un tragitto abbastanza lungo, ma la giornata è splendida e la passeggiata diventa piacevole.La spiaggia di Cadiz è molto lunga e ampia e soprattutto è a pochi metri dalle abitazioni cittadine. Nella parte nuova della città, i palazzi sono anni 70-80 si tratta per la maggior parte di alti palazzi popolari, a dire il vero non tanto belli, ma che nel contesto della città risultano affascinanti. Passeggiata finita e si torna in centro, dove stanno iniziando le sfilate di carnevale. Andiamo alla Plaza Mina, dove ci sono i carri. Non vi aspettate dei carri stile Viareggio, i carri di Cadiz sono del tutto diversi, ogni carro è a tema con persone mascherate; abbiamo visto i preti, le cameriere, i barbieri, i pinguini e molti altri. La cosa bella è che i componenti di ogni carro cantano e suonano canzoni folcroristiche e ironiche.Devo dire che anche conoscendo poco lo spagnolo è molto divertente ascoltatarle e nel contempo vedere le faccie divertite ed allegre della gente che ti sta attorno. Il vino e la birra scorrono a fiumi,e nonostante ciò tutto si svolge in modo sobrio e tranquillo. Continuando il giro per la stada, si trovano altri gruppi in maschera che cantano e mimano situazioni divertenti negli angoli delle strade.

3 Giorno. Prendiamo il treno per Siviglia ed arrivamo a Siviglia alle 12 . Il nostro Albergo si trova a circa 1 km dal centro,così posiamo le valigie e ripartiamo per il centro storico della città. Per il tragitto che porta al centro notiamo che in molte strade ci sono alberi d’aranci, con vere e grosse arance attaccate, ( e si xchè non era così scontanto in questo mondo tutto artificiale)le strade sono molto larghe, il traffico molto ordinato e c’ è una bella pista ciclabile. Arrivati al centro, visitiamo la cattedrale, si dice una delle più grandi cattedrali del mondo. Continuamo il nostro giro a piedi verso l’Alcazar, il palazzo reale.Quando lo vediamo io e Vanna rimaniamo a bocca aperta, un palazzo enorme e di grande bellezza. Continuamo il notro tragitto tra i monumenti ed i tanti parchi della città fino a tarda sera. A cena mangiamo in un bar de tapas, proprio vicino alla cattedrale ,sono le 10 di sera , ma il centro è pieno di persone e la temperatura è molto piacevole. Durante il giorno ci sono stati oltre 20 gradi, nonostante sia solo Febbraio, per qui pare che sia una temperatura normale. La nostra vacanza è finità. Entrambi siamo rimasti , impressionati dalla bellezza di Siviglia ed anche dalla sua efficienza e qualità di vita. Non possiamo che consigliare a tutti una visita Siviglia Cadiz.


Altri itinerari e racconti su : www.perviaggio.com

[ Autore: Samuele ] Pubblicato: 21/04/2008 Letto: 12360 volte